Davvero in pochi sono a conoscenza del rischio radon in ambienti di lavoro che, in modo silente e subdolo, provoca gravi e seri danni per la salute del lavoratore attraverso la sua esposizione prolungata e costante.  Si tratta di un gas radioattivo naturale, incolore e inodore:  le principali fonti di immissione si trovano nel sottosuolo. Un elemento chimico che però interagisce gravemente sulla vita dell’uomo anche in ambienti  civili.  Questo gas radioattivo naturale è immesso nell’aria e proviene dal decadimento dell’uranio presente nelle rocce e nel suolo. Non esiste una soglia al di sotto della quale non c’è rischio. Il Radon è sempre presente, ovunque.  Il gas, estremamente pericoloso per la sua impercettibilità, può provocare finanche il cancro polmonare.

Valutazione del rischio radon in ambienti di lavoro – Ambienti a rischio

Al fine di evitare danni per l’esposizione al rischio radon in ambienti di lavoro una particolare attenzione viene riservata per la valutazione del rischio a determinati ambienti, specie quelli poco areati come sotterranei o seminterrati.

Valutazione del rischio radon in ambienti di lavoro – Il ruolo della CMG

Alla base di tutto, con lo scopo di evitare il rischio radon in ambienti di lavoro, per la CMG le parole chiave sono prioritariamente informazione, sensibilizzazione e bonifica.  Pertanto, a tale fine, ha  sviluppato un servizio di misurazione e consulenza, che è in collaborazione con le strutture pubbliche, ed  ha la finalità di supportare l’utente nell’identificare le vie di ingresso del radon e di  risanare l’edificio con opportuni accorgimenti edili/tecnologici. In particolare, la concentrazioni di Radon (222Rn) all’interno di un edificio viene misurata in Bq/m3, che rappresenta il numero di disintegrazioni al secondo in un metro cubo di aria.

Valutazione del rischio radon in ambienti di lavoro – Progetto RadOn Off

“RadOn Off” è  un progetto della  CMG Srl che, con maturata professionalità specialistica, ha lanciato una sorta di sfida volta alla sensibilizzazione sui rischi del radon. Il team della CMG mette in campo azioni per affrontare l’urgenza del problema sociale ancora poco percepito nella  sua gravità, impegnandosi nella promozione sul territorio di una politica di protezione e sicurezza sugli ambienti di lavoro e nelle abitazioni.

Fondamentale è la conoscenza sul problema sanitario e la divulgazione di azioni preventive per una sapiente gestione del rischio Radon. Tutto questo mira quindi a realizzare un programma permanente di informazione e formazione dei tecnici locali  che punti a sensibilizzare la collettività. Il piano di azione scommette sul coinvolgimento di numerosi attori, anche istituzionali e viene realizzato in stretta collaborazione con consulenti altamente specializzati in sicurezza e valutazione delle fonti di rischio radiologico.

Nella mission del progetto “RadOn Off” vi è anche la creazione di nuova rete di esperti orientati da precisi programmi di lavoro perché l’intero sistema di gestione della sicurezza e prevenzione sia più efficace e concreto possibile.